logo

Topinambur

Topinambur

I tuberi di topinambur si raccolgono in inverno, sono molto nutrienti e la cottura è simile alle patate. Nella cucina piemontese sono tipici con la bagna càuda e la fonduta.

Grazie al contenuto di inulina (non insulina) è una pianta molto adatta ed indicata nella dieta di persone diabetiche. Molto adatto nelle diete dimagranti per persone affette da diabete in quanto l’inulina funziona come riserva di carboidrati (in sostituzione all’amido) indipendentemente dall’insulina. L’inulina è costituita da una catena di molecole di fruttosio terminanti con glucosio.

A seconda della stagione della raccolta la lunghezza delle molecole di inulina varia e quindi la loro solubilità.

Il Turpinambur passa per lo stomaco ed il primo tratto dell’intestino senza venire digerito, solamente nell’ultimo tratto dell’intestino sono presenti dei “bifido” batteri e dei lattobacilli in grado di rompere le lunghe molecole dell’helianthus tuberosus il cui carattere fibroso ha un effetto molto positivo sulla flora batterica.

Il tubero inoltre è ricco di sali minerali ed in particolare potassio, magnesio, fosforo e ferro come pure di selenio e zinco. Il topinanmbur è da sempre famoso per ridurre il colesterolo e per stabilizzare la concentrazione dello zucchero nel sangue e dell’acido urico.

I nostri partner

cuordinatura
ketty
oraninjia